IMU 2013 Informazioni generali

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :

INFORMAZIONI GENERALI
L´art. 13 del D.L. 201/2011, ha anticipato per gli anni 2012 e 2013 , in via sperimentale, l´applicazione dell´IMU istituita dagli articoli 8 e 9 del Decreto Legislativo 23/2011.
ALIQUOTE ANNO 2013
Sono state mantenute le stesse aliquote già utilizzate per il saldo 2012. CLICCA QUI per consultare la delibera con le Aliquote 2012
CHI DEVE PAGARE L´IMPOSTA
Presupposto dell´imposta è il possesso di immobili:
fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli.
Il pagamento deve essere effettuato dal proprietario dell´immobile, ovvero il titolare di altro diritto reale di godimento: usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie.
Per gli immobili concessi in locazione finanziaria l´imposta deve essere pagata da chi utilizza l´immobile (locatario finanziario)

 

l´IMU si applica anche all´abitazione principale e alle sue pertinenze

(vedi informazione relativa al 2013. CLICCA QUI)

Per abitazione principale si intende l´immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.
Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l´abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.
In caso di separazione o divorzio l´imposta è dovuta dall´assegnatario dell´abitazione disposta a seguito di provvedimento legale di separazione, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili dal matrimonio.
Per pertinenze dell´abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2-C/6-C/7, nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all´unità ad uso abitativo.
NOTA BENE: non è più consentita l´assimilazione all´abitazione principale degli immobili dati in uso gratuito a parenti e affini entro il primo o secondo grado ­ pertanto tali immobili sono da considerarsi ALTRO FABBRICATO con aliquota 10,6‰
VERSAMENTI
L´IMU si versa in due rate:
acconto

entro il 16 giugno (17 giugno

per il 2013

) pari al 50% dell´imposta dovuta

saldo

entro il 16 dicembre

Il calcolo e il versamento potranno essere effettuati tramite l´apposito programma denominato CALCOLO IMU con l´applicazione delle aliquote approvate e di seguito indicate.

Il versamento relativo

a tutti gli immobili AD ESCLUSIONE dei fabbricati appartenenti alla categoria catastale D

è da effettuarsi solo al Comune.

Il versamento relativo ai fabbricati appartenenti alla categoria catastale D è da effettuarsi in parte allo Stato ed in parte al Comune. Precisamente la quota dovuta allo Stato è pari all´aliquota base (7,6‰) ­ al Comune è dovuta solo la maggiorazione
CALCOLO IMPOSTA 
Imponibile fabbricati:
calcolo: (Rendita catastale + 5%)  x moltiplicatore  x aliquota
tipologia
‰ IMU
moltiplicatore
Abitazione principale (cat.A, pertinenze: C02, C06, C07)
4.00
160
L´unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata è assimilata ad abitazione principale – (cat.A, pertinenze: C02, C06, C07)
4.00
160
L´unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata è assimilata ad abitazione principale – (cat.A, pertinenze: C02, C06, C07)
4.00
160
Unità immobiliari cat. A (escluse le pertinenze) di proprietà di persone fisiche, locate con contratto stipulato ai sensi dell´art. 2, comma 3, della Legge n. 431/98 (canone concordato) ad un soggetto che vi risiede anagraficamente e vi dimora abitualmente
7.60
160
Coop. edilizie/IACP (cat.A, pertinenze: C02, C06, C07)
4.00
160
Altri immobili – cat. A( esclusi A/10), C02, C06, C07
10.60
160
Fabbricati generici (cat. B, C04, C05)
10.60
140
Uffici e studi privati (cat. A10)
10.60
80
Immobili industriali e commerciali (cat. D, tranne D05)
9.60
65
Laboratori per arti e mestieri C/3
9.60
140
Negozi e botteghe (cat. C01)
9.60
55
Istituti di credito ed assicurazioni (cat. D05)
10.60
80
Fabbr. rurali strumentali all´attività agricola(D10)
2.00
65
Fabbr. rurali strumentali all´attività agr.(cat.A,C02,C06,C07)
 (vedi informazione relativa al 2013. CLICCA QUI)
2.00
160
Imponibile terreni agricoli:
(vedi informazione relativa al 2013. CLICCA QUI)
calcolo: (Reddito dominicale + 25% ) x moltiplicatore x aliquota
tipologia
‰ IMU
moltiplicatore
Terreni agricoli
7.60
135
Terreni incolti
7.60
135
Terreni agricoli con requisito previdenza agricola
7.60
110
Imponibile aree fabbricabili:
calcolo: Valore commerciale (valore venale in comune commercio) x aliquota IMU
tipologia
‰ IMU
moltiplicatore
Aree fabbricabili
10.60
1
Per i valori medi di mercato approvati dal comune si rimanda alla sezione IMU tabelle valori aree edificabili anno 2013.
DETRAZIONI
Abitazione principale – Dall´imposta dovuta a titolo di ABITAZIONE PRINCIPALE (e assimilati) e relative PERTINENZE si detraggono, fino alla concorrenza del suo ammontare,  € 200,00 rapportate al periodo dell´anno durante il quale si protrae tale destinazione.
La detrazione spetta a ciascuno dei soggetti passivi che la utilizza come abitazione principale proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.
Figli di età inferiore ai 26 anni Per gli anni 2012 e 2013 la detrazione prima casa è maggiorata di €. 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché dimorante abitualmente e residente  anagraficamente nell´unità immobiliare adibita ad abitazione principale, per un massimo di €. 400,00
–         la detrazione complessiva non può superare €. 600,00 (€. 200,00 + €. 400,00)
–         se il figlio compie 26 anni nel corso dell´anno la detrazione spetta in proporzione al periodo per il quale non si supera l´età di 26 anni (esempio: data di nascita 01/04/1986 detrazione €. 50,00/12×3=€. 12,50)
RIDUZIONI
Fabbricato di interesse storico e artistico
50% della base imponibile
Fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili
50% della base imponibile, limitatamente al periodo dell´anno durante il quale sussistono dette condizioni. L´inagibilità deve essere accertata dall´ufficio tecnico o dichiarata con autocertificazione.
si considerano inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati i fabbricati aventi le caratteristiche definite all´art. 3.1.12 del vigente Regolamento Locale di Igiene e s.m.i.
Terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli
Sono soggetti all´imposta limitatamente alla parte del valore eccedente € 6.000 e con le seguenti riduzioni:
                        – del 70% dell´imposta sulla parte di valore eccedente € 6000 e fino a € 15.500;
                        – del 50% dell´imposta sulla parte di valore eccedente € 15.500 e fino ad € 25.500;
                        – del 25% dell´imposta sulla parte di valore eccedente € 32.000;
IL CODICE CATASTALE DEL COMUNE:              E801
CODICI F24  – IMU
Codice
Tributo
3912
IMU per l´abitazione principale e pertinenze – COMUNE
3913
IMU per fabbricati rurali a uso strumentale – COMUNE
3914
IMU per i terreni – COMUNE
3916
IMU per le aree fabbricabili – COMUNE
3918
IMU per gli altri fabbricati – COMUNE
3925
IMU imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO
3930
IMU imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D ­ INCREMENTO COMUNE
3923
Interessi IMU – COMUNE
3924
Sanzioni IMU – COMUNE