La Città di Magenta

Sita in una posizione invidiabile lungo il corso del Naviglio Grande ed all’interno del Parco del Ticino di cui è sede storica, Magenta può vantare sul suo territorio ambienti naturali ed agricoli resi ancora più pregiati dalla presenza di una fitta rete di fontanili ricchi di acque fresche e da un patrimonio forestale che è ormai pressoché scomparso nel resto della Pianura Padana.

 

 

Una delle pagine più significative della storia della città è legata al Risorgimento Italiano. A Magenta, il 4 giugno 1859, ebbe luogo una storica Battaglia ricordata come una delle più importanti della storia del nostro Paese per la conquista dell’Indipendenza e per la realizzazione dell’Unità d’Italia. Ogni anno, la prima domenica di giugno (nel 2019 domenica 9 giugno), in occasione delle celebrazioni dell’anniversario, si svolgono il corteo e la rievocazione storica con gruppi in costume risorgimentale ed armi d’epoca provenienti da tutta Europa. Momenti molto sentiti dai Magentini richiamano in città migliaia di persone ed anche autorità istituzionali e rappresentanti dei governi di Francia, Austria ed Ungheria, nazioni coinvolte nella battaglia.

La città è anche famosa nel mondo per Santa Gianna Beretta Molla, esempio di moglie, madre e medico che a Magenta ha vissuto la sua santità testimoniando i valori più profondi della cristianità, la sacralità della vita e l’importanza della famiglia. Santa Gianna, la cui vita esemplare richiama in città molti fedeli da tutto il mondo, è stata canonizzata da Papa Giovanni Paolo II il 16 maggio 2004.

Magenta è anche conosciuta come “città della musica”. L’ “Orchestra Città di Magenta”, il “Coro Civico”, le tre storiche bande cittadine, la Fanfara dei Bersaglieri “Nino Garavaglia”, la banda dell’associazione nazionale Vigili del Fuoco e la “Maxentia Big Band” sono eccellenze stimate ed apprezzate anche al di fuori della città. Grazie al recente restauro, è anche tornato a risplendere il Teatro Lirico, fondato nel 1904, che fa da suggestiva cornice per la “Stagione Musicale”, la “Stagione Teatrale”, la ‘Stagione Teatrale per le Famiglie’ ed il “Festival Jazz”, grandi eventi che hanno ormai imposto Magenta come città da cui partono interessanti proposte culturali per tutto il territorio della Provincia di Milano. E poi ancora, alcune decine di cori, tante associazioni che contribuiscono a diffondere la musica tra i più giovani, un liceo musicale (uno dei pochi in tutta l’Area Metropolitana); e tanti ragazzi che frequentano i Conservatori, alcuni organi nelle Chiese realizzati da una famosa famiglia di bottegai, i Prestinari, noti per avere creato esemplari di questi strumenti in tutta Europa.

Magenta può anche vantare un ricco patrimonio architettonico ed artistico: la Basilica di San Martino con il suo prestigioso Organo Prestinari, le Chiese di Santa Maria Assunta e di San Rocco, Casa Giacobbe, il Teatro Lirico, l’Ossario ai Caduti, il monumento a Mac Mahon.

Città vicina alla grande Milano, alle principali vie di comunicazione tra cui l’aeroporto internazionale di Malpensa ed ad importanti infrastrutture come la nuova Fiera Rho-Pero, Magenta è in grado di offrire ai visitatori le bellezze ambientali e paesaggistiche, i prodotti tipici della Valle del Ticino e i luoghi storici da cui ebbe inizio l’unità d’Italia.